• Prenotare subito o piangere domani!

UBICAZIONE

Alzate la tenda oppure parcheggiate la vostra casetta nel cuore della costa dalmata, vicino a Zara. Godetevi il calmo, sole e l'odore dell'aria del Velebit, sempre nelle vicinanze dei parchi nazionali, Spalato, Dubrovnik ed altre attrazioni.

CROAZIA ZADAR

CROAZIA

Il nostro paese si trova strinto fra il mar Adriatico e il resto dell'Est Europa, meravigliosamente naturale e diverso con il mare più pulito del mondo, 8 parchi nazionali e 1246 isole pronte ad essere scoperte. Non dobbiamo neanche far menzione del pesce fresco, ottimo vino locale e cibi freschi e gustosi che si trovano dappertutto.

La diversità non è solo nella natura ma anche nella cultura, discorso, clima, mentalità, stile di vita, cucina, e anche nel patrimonio storico.

Iniziamo con il clima. A Zadar il clima è ovviamente mediterraneo con temperature da 6-11°C in gennaio fino 21-30°C in agosto.

Abbiamo le più soleggiate spiagge sul Mediterraneo con più di 2600 ore solari l'anno e con la temperatura del mare da 25-27°C in agosto.

La nostra storia è ricca perché noi siamo, come ci piace dire, il bastione del cristianesimo e campo di battaglia di varie civilizzazioni. Ma per non perder tempo abbiamo redato il listino dell'UNESCO patrimonio mondiale protetto:

la basilica Eufrasiana a Parenza
il palazzo di Diocleziano a Spalato – vicino a Odmoree
la cattedrale di Sebenico – molto vicino a Odmoree
(3 di 4 che non è male:).

La Croazia è la patria della cravatta, il cuore confortino, pizzo di Pago e formaggio di pecora di Pago.

ZADAR

Ubicato a metà strada fra Fiume e Spalato, Zadar sta lentamente ma sicuramente diventando il centro della Dalmazia. Moderni festival di musica, uniche attrazioni turistiche come l'Organo marino e il Saluto al sole alimentato dai raggi del sole, resti del Foro romano, chiesa di San Donato, mura, fortezze, musei, bar, ristoranti e probabilmente il più bel tramonto del sole al mondo.

Zadar è sempre stata un luogo vivace, se si può credere alle annotazioni storiche. Iniziamo con la penisola circondata da mura che datano ancora dall'imperatore Augusto, un intero secolo prima di Cristo. Si trovano tracce dappertutto davanti alla chiesa romanica di San Donato che è diventata il simbolo di Zadar..

Se vi piacciono le chiese sarete lieti a sentire che sono numerose a Zadar. Iniziamo con la cattedrale di Sant’Anastasia che era una basilica del primo cristianesimo e poi cattedrale romanica del XII secolo. Nelle vicinanze si trova il monastero benedettino di Santa Maria costruito nello stile lombardo di architettura romanica (se siete amanti di archeologia e architettura).

Le mura furono costruite in vari periodi storici, dal Medioevo fino alla dominazione veneziana. Oggi sono rimaste solo otto porte delle mura fra le quali si distingue la porta di Terraferma. Vale vedere anche la porta Marina e la porta di San Rocco. Sapete quali sono le altre cinque?

Nel passeggiare lungo la penisola di sicuro si attraversa la Kalelarga, la strada pprincipale del vecchio centro storico. La strada è il cuore della città dove si svolge tutto ed il luogo perfetto per prendere un caffè e prender il sole d'inverno.

La riva è curata e verde, piena di palme e un luogo per riposare all'ombra. Sulla riva si trova l'Organo marino e il Saluto al sole.

Quando vi trovate a Zadar fate tutto ciò che il vostro cuore desidera. Fate il bagno, veleggiate, preparate del pesce alla griglia, scoprite le isole Kornati di cui le 100 isole e isolotti disabitati sono sparse sulla superficie dell'Adriatico.